domenica 21 luglio 2013

mai prendere sotto gamba un problema.( logopedista)

io sono una di quelle che quando c'e qualcosa che secondo me non va, mi metto all opera e comincio a capire il perche'...sono una, che se tu mi dici una cosa che io non so ,mi informo per capire di cosa si tratta..
cerco in internet, prendo un  libro, chiedo informazioni ovunque, prendo appunti...
tutto cio' per dire.. ieri sera sono venuti a casa mia una coppia d amici, il suo figlioletto ha 4 anni e 4mesi  e' un bimbo molto vivace, felice, a volte un po' teppista ma credo che quello faccia parte del suo carattere..e' un bimbo pero' che ha sempre avuto problemi con il comunicare.
mi spiego meglio..
non e' mai stato un gran comunicatore ho sempre dovuto spronarlo perche' mi spiegasse una cosa, quando gli mostro quei libricini cartonati con le figure da nominare..non ne hai mai riuscito a elencarmele tutte e il bimbo avrebbe gia' l eta'...per farlo, quindi mi sono chiesta dove sta il problema..
la mamma e' una gran chiacchierona quindi mi sono detta, non ha preso certo da lei...forse e' un bimbo che va spinto di piu' nella lettura che va aiutato..anche perche' una cosa mi ha colpito, non scandisce bene le parole, ossia non dice la elle e la erre..le salta proprio.
hpo fatto presente qualche settimana fa alla madre lei mi ha riosposto che il suo ale, non le sa dire bene e che va spronato, si ma tu lo fai...?
sei una mamma che ti piace tanto chiacchierare e quando chiedo qualcosa a tuo figlio li parli sopra non lo lasci neppure rispondere, cosa pretendi il bimbo si intimidisce ancora di piu' , questo metodo non va bene e secondo me prendi sotto gamba il problema..
ora io non voglio essere certo la maestrina di turno, ma secondo me questo bimbo va aiutato e capito il problema..o lo inizia a spronare o si trovera' quando iniziera' le elementari ad avere problemi con l apprendimento.
mi chiedo se le maestre dell asilo non le abbiano fatto presente il problema...dato che io ogni volta che questo bimbo  mi parla ,sembra che non abbia fatto nessun passo avanti..dai tre anni a oggi.
la mamma ieri sera quando e' arrivata  a casa mia ha detto subito a suo figlio...
ale fai sentire a zia annina come sei bravo a dire la elle....( forse lo ha detto perche' l altra volta glielo avevo fatto presente e per farmi stare zitta,..mAH)
e lui con veramente tanta difficolta' ha provato a dire una parola con la lettera elle,... che fai, a sto povero bimbo, lo prendi pure per il culo e sei sua madre...?

ah saaanto cielo, respira annina.
se fosse mio figlio io come mamma glielo farei presente alla mia  pediatra e se ci fosse bisogno, andrei a farmi qualche seduta da un logopedista...sbaglio?


17 commenti:

  1. No non sbagli,ma a volte le mamme non vogliono vedere la realtà,mia nipote fino a tre anni stava zitta,rispetto Vale nella sua età è avanti,dopo anni fa sedute di logopedista..:-)) ed adesso è una chiaccherona:-))buona Domenica Annina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. chissa' che primo o poi vada a farlo vedere, sto bimbo

      Elimina
  2. Molte mamme preferiscono nascondere questi piccoli problemi. Un po' perché non sanno affrontarli, un po' perché non si capacitano che il loro pargoletto possa non essere perfetto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questi problemi devono essere visti e non nascosti..forse dovrei riparlarle, o forse no,non lo so

      Elimina
  3. Concordo con quanto ti hanno detto sopra ed ignorare e' una pessima idea...l'ho visto da vicino, e ancora lo sto vedendo, i danni che può fare.

    RispondiElimina
  4. é un peccato che esistano mamme ottuse, perché così fanno solo il male dei loro figli... ma tu da amica hai provato a farle vedere dove i suoi occhi non arrivano. Capisco che ti si stringa il cuore quando senti il piccoletto che viene preso per il culo dalla mamma per pronunciare una parola che magari bimbi molto più piccoli dicono bene... ma sappi che insistere con una mamma così probabilmente ti porterebbe alla discussione e poi alla lite. Morditi la lingua se ci tieni all'amicizia, altrimenti insisti per il bene del bimbo, ma non aspettarti risposte comprensive e ringraziamenti per i suggerimenti :(


    sai, l'intelligenza non è un dono che tutti hanno ricevuto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il problema e' ch e io caratterialmente, non riesco a stare zitta.

      Elimina
  5. Dall'esterno si vedono tanto meglio alcune cose...spero solo che non ne voglia parlare pubblicamente ma che stia facendo qualcosa!!
    Ne conosco tanti di bimbi che hanno bisogno e/o vanno da un logopedista,o problemi di iperattività o di scarsa concentrazione etc e le mamme non tutte lo dicono, ma l'importante è che conoscano il problema e lo affrontino!

    RispondiElimina
  6. conosco una mamma che non voleva "rendersi conto" che il bimbo avesse problemi di udito, glielo dicevano tutti ma lei niente. Ora ha l'apparecchietto per sentire....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pazzesco, quanto certe mamme siano ottuse

      Elimina
  7. il lavoro dell'insegnante è molto importante proprio per questo... perchè vedono cose che alle mamme sfuggono per troppo amore ....

    RispondiElimina
  8. Anche Miciomao a 4 anni aveva delle difficoltà enormi a pronunciare delle parole, dei suoni. La pediatra sotto mia richiesta mi ha fatto l'impegnativa e ho preso appuntamento dalla logopedista dell'asl. Me l'hanno dato dopo molti mesi, nel frattempo ci sono stati notevoli miglioramenti di pronuncia, tant'è che non l'ho più portato. Ora parla benissimo, ma devo ammettere che io, sotto consiglio di mia cugina che è maestra e ha avuto a che fare per molti anni con bimbi con problemi, facevo fare a Miciomao esercizi, giochi, per insegnargli a pronunciare bene le parole.
    Non bisogna sottovalutare i difetti di pronuncia e non bisogna prevaricare i propri bimbi.

    RispondiElimina
  9. E' difficile trovare la strada giusta da percorrere, a volte si ha paura ad essere invadenti con gli amici, non possiamo sapere la loro reazione quale sarà. Mi troverei davvero in difficoltà al posto tuo, avrei paura di risultare saputella, ma non si può certo ignorare, fai bene a preoccuparti.

    RispondiElimina
  10. Sam inizia adesso a dire qualcosina, gli parlo e gli leggo sempre lui, è un bambino che reagisce male se costretto a far qualcosa con insistenza xciò gli lascio i suoi tempi sperando che prenda il via con il linguaggio, ogni bambino a i suoi tempi l' importante è parlare con loro in italiano evitando di ripetere i versi che loro fanno quando cercano di comunicarti una cosa e tra le perle di saggezza dei pediatri c'è questa frase:
    " Mai visto un' adulto non saper camminare, mangiare da solo, parlare o che altro. "
    Impareranno cosi come ci sono bambini che iniziano a camminare a 11 mesi e altri a 16 .

    RispondiElimina

attenzione : Ho tolto i captcha, fallo anche tu!!