lunedì 27 maggio 2013

se prima mi stava simpatica, ora non mi sta piu'..

dovete sapere che io ogni lunedi' puntuale alla stessa ora...vado in edicola.
la signora che la gestisce mi e' sempre stata simpatica, la sua aria sbarazzina anche se non piu' ventenne mi ha sempre portato a aquistare li', sempre con una parola di cortesia ho sempre trovato quel posto perfetto per le mie riviste.
ma da qualche mese le cose sono cambiate, quella signora tanto gentile si e' rilevata un po' antipatica da oggi.
quando vado ...ci porto anche mattia e un bimbo di due anni e mezzo si sa non e' che sta fermo anche lui vuole metterci la sua e quindi indica i giornalini che gli piacciono di piu' magari mi chiama perche' vuole prendere quello che gli interessa...e qui arriva il fattaccio. a quella signora non va giu...non appena il bimbo si avvicina a qualche giornalino si fionda li'..guarda bruscamente nella parte nostra e fissa l articolo per vedere se viene riposto al suo posto.
io mattia l ho ben educato su questa cosa non appena prende in mano qualcosa me lo fa vedere e io gli dico di no perche' non lo prendiamo, lui non fa una piega lo rimette al suo posto..quindi quella donna non capisco perche' resta li' ad aspettare minacciosamente.
l altra volta entro guardo nel reparto giochini e lei fa finta di niente mi passa da dietro e prende carta e penna come per farmi vedere che sta catalogando qualcosa...ma alla fine secondo me non lo fa..ci spia, per vedere se vogliamo intascarci qualcosa...mi e' successo un paio di volte.
e oggi altro fataccio...vado per pagarmi il bollo, mattia gira e rigira nel negozio..quando vede l album di figurine dei calciatori, lo prende me lo porta e mi dice...guarda mamma...goal.
lei lo osserva.....io continuo cn il pagamento del bollo mi prendo un giornale per me..e prima di uscire mi dice...
- ma il giornalino del calcio dov e'?? all inizio non avevo capito...poi mi giro e vedo mattia dietro di me che mi aspetta ...guardo nelle riviste dello sport e lo vedo li' dove mattia lo aveva preso...la guardo...e le dico, signora...guardi che sta a suo posto...a mio figlio ho insegnato che quando prende qualcosa poi la dve riporre...ho preso per mano il pupo e me ne sono uscita...

giuro mi e' passata la voglia di tornarci...eh si che io in quel posto ci sono sempre andata da anni e non ho mai messo male i suoi giornali, quando dovevo prendere nel reparto giochini qualcosa chiedevo sempre a lei..
e non mi puo' trattare come una ladra o quella che io o mio figlio, le vuole ditruggere il negozio..no, non ci sto nn sono quel tipo di persona... non lo accetto.
e' proprio cosi' che si perdono i clienti..


24 commenti:

  1. e si che in un edicola che danni potrà mai fare?
    a volte ci sono bambini obbiettivamente tremendi, ma perchè i genitori se ne fregano (e no n mi pare il tuo caso!). Un po' di tolleranza... manca sempre!

    RispondiElimina
  2. Mi domando se le sia convenuto indispettirai così...certi commercianti non li capisco. Complimenti per come educhi tuo figlio.
    P.s.
    Grazie cara per i complimenti e per le belle parole per me.
    Raffaella

    RispondiElimina
  3. Credo proprio che lei abbia perso una cliente (e forse anche altri) ma, spero,che abbia guadagnato una lezione di buon comportamento (il tuo)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma perso ancora no, ma se me lo fa un altra volta, credo proprio di si.

      Elimina
  4. Mi spiace che ti abbia dato un po' sui nervi. Ti comprendo, sarebbe stato lo stesso per me.
    Immagino che abbia avuto parecchi furti e ora non si fida più di nessuno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si puo' essere che la signora abbia avuto parecchi furti negli ultimi tempi...ma dopo tanti anni che ci vado non mi sembra un comportamento carino da addottare con me.
      tutto qua

      Elimina
  5. hai ragione,neanche io ci tornerei piu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao silvia.
      benvenuta qui sul mio blog.
      sono venuta a farti visita e mi piace molto il tuo regno.
      torna spesso..

      Elimina
  6. purtroppo annina, tu sei brava ma molte persone non lo sono. La negoziante probabilmente avrà avuto più brutte esperienze che buone con i clienti, e dato che non si può ricordare di tutti ora sta più attenta con chiunque
    non è questione che il suo comportamento sia sbagliato, bisogna anhe un po' mettersi nei panni dei commercianti che non hanno certo vita facile con la maleducazione di oggi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono commerciante anch io per questo non avrei avuto tale comportamento...

      Elimina
  7. forse ha incontrato tanti bambini che fanno disastri..però se voi siete clienti abituali e non fate mai pasticci..non vedo perchè dovrebbe star li a controllare

    RispondiElimina
  8. Probabilmente,come dice Tiziana,sei il capro espiatorio di tante altri genitori meno attenti e bambini meno educati...chissà quante ne ha viste!!Magari comincia a prendere qualcosa in qualche altra edicola...e ogni tanto da lei...Magari cambia atteggiamento se ti vede meno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si ottimo consiglio manu...faro' proprio cosi'.

      Elimina
  9. beh guarda.. ti dico solo che neanche due settimane fa io e una mia amica, con il nostro carico di pupi a seguito, siamo andate nel baretto solito a sprizzettare, mentre i tre piccoli correvano nella piazzetta dove si trova il bar. Questo posticino è strategico perché si trova, appunto, in una piazzetta chiusa con un piccolo parchetto interno, pare fatta a posta per mamme e bambini. Come ti dicevo, io e la mia amica ci sediamo nei posticini all'aperto e ordiniamo. Quando arriva il barista intima il fatto che i bambini devono stare molto attenti a come si siedono, ripetendoci che i cuscini delle sedie sono nuovi e che non dobbiamo far si che loro li sporchino. ORA: questo è un bar all'aperto, ci passano i piccioni e vengono a berci lo spriz anche i signori muniti di cani. I nostri bambini stavano correndo e sai quanto importava a loro del nostro spriz? e ti giuro che non siamo noti nella nostra città per far saltare sui tavolini dei baretti i nostri tati. Boh, non mi è più capitato di ripassarci, ma onestamente non so se ne ho più tanta voglia! (Peccato però, che trovare un posto così a misura di mamme e bambini non è facile!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si quella dei bar...dove le mamme ci possono andare con i bimbi non e' facile...forse dovrei aprirne uno io dato che ne ho uno ma non e' certo proprio a misura di bimbo e visto che c'e' crisi...si si potrebbe cambiare...:)

      Elimina
  10. scusate ma non vedo perchè dovrebbe essere l'edicolnte a cambire atteggiamento. chi subisce a un certo punto impara pure a difendersi, perchè non entrare in quest'ottica?
    forse annina potresti insegnare a mattia a non toccare proprio quando va in quell'edicola, in effetti ricordo che quando da piccola andavo con mia mamma da qualche parte, edicola compresa, non potevo toccare prorpio nulla e se volevo qualcoss dovevo indicarlo, a me pare giusto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. perche' titti a un bimbo di due anni e mezzo...togliere la possibilita' di sfogliare un giornalino che gli piace, poi ovviamente lo mettera' a posto..
      in fondo se ci sono in edicola e' giusto che li guardano anche loro,e' brutto che la mamma glielo prenda lui senza sapere se gli piace o no.

      Elimina
  11. ma se ti dico che una volta in una gioielleria con la mia primogenita mi è successa una roba assurda,guardavamo delle collane e la bimba avrà avuto due anni fa per prenderla e quella stronza non le da un colpo alla mano? gli ho detto che la bimba una mamma ce l'ha per educarla,ho girato i tacchi e dal giorno non mi ha visto più la simpaticona!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. accidenti,questo e' davvero grave O_O

      Elimina
  12. Hai fatto bene a darle una bella lezione e fai bene se non ci torni più!

    Buona domenica

    Mom Cesy, Lelli family

    RispondiElimina
  13. bella reazione la tua, anche se mi rendo conto che resta l'amaro in bocca!

    RispondiElimina

attenzione : Ho tolto i captcha, fallo anche tu!!