martedì 11 settembre 2012

i primi giorni di nido per mattia

in teoria da quando il piccino ha iniziato l inserimento al nido dovrei avere piu' tempo per me , invece care amiche ne ho molto meno di prima.
a questo punto volete sapere come sono andati i primi giorni, se ho pianto, se lui sopratutto ha pianto?
prima di iniziare a dirvi com e' andata vi devo dire subito che il piccolino ci va' solo du giorni pieni alla settimana.
quindi per lui l inserimento e' un po' piu' difficile degli altri bimbi.
la prima settimana cioe' il primo giorno ho trascorso con lui tutta la mattina, il secondo giorno ho lasciato mattia per due orette poi sono andata a riprenderlo.
stamattina invece l ho portato e sono scappata subito...ovviamente il piccolo era tutto un pianto.
ragazze chiamatemi mamma cattiva, ma non ho pianto..si non ho versato una lacrima bho forse il pensiero che sto facendo del bene per il piccolo, portarlo per me al nido vuol dire staccarsi anche dal cordone che lega io e la mia famiglia, mattia ha bisogno di stare anche con altri bimbi, male non gli fa anzi lo preparo per la materna l anno prossimo.
l unica cosa che non mi piace di questo nido e' che anche per l inserimento mi fanno pagare l intera quota quando il bimbo non mangia e non dorme ancora. nel contratto l ho letto ieri non c e' scritto niente e la maestra stamattina mi parlava che ci vorra' del tempo che mattia si abitui dato che ci va solo due giorni pieni alla settimana, ma con questo io devo pagare intero??
che sia il caso di dirglielo?
che faccio?
e poi ma quando ci vuole perche' il bimbo non pianga piu' e si abitui e che dorma li?? mah..

ps: non ho ancora fatto in tempo a passare da tutti, chiedo scusa...si ve lo avevo promesso che non appena terminate le ferie sarei stata di piu' con voi, ma purtroppo il pc si e' stato preso ma non si perche' la connessione a casa non funzioni piu' come prima..spero di riparare prima possibile.
nel frattempo vengo qui quando trovo il tempo a mio favore





7 commenti:

  1. che pianga all'inizio è normale! Se poi ci va poco è proprio più difficile! Chiedi alla maestra se puoi fare una settimana sana solo per inserirlo. Al terzo giorno quando ci va tutti i giorni a fila di solito si prova a farlo mangiare mentre per dormire si passa dalla settimana dopo. Io ho fatto 2 inserimenti e sono stati entrambi così.
    per la retta chiedilo alla maestra. se non mangia non ti può far pagare i pasti! e manco orario pieno se fa metà. è un tuo diritto: chiediglielo proprio!
    Per le lacrime: passano, e non è una colpa non piangere. Io all'inizio un po' mi facevo il problema, ma ora non più!

    RispondiElimina
  2. Tutti i bambini piangono quando cambiano realtà, poi si abituano, giocano e crescono felici. Penso questo sia l'importante, per voi e per lui.

    RispondiElimina
  3. per l'inserimento le maestre a me avevano detto che era importante la routine e penso che facendo due gg soli a settimana sarà un po' più difficile inserirlo

    per la retta non so che dirti del tuo asilo perchè mi pare un caso particolare, ti posso dire che nel mio asilo, così come in tutti quelli del mio comune, paghi la retta intera sia che frequenti part-time sia che frequenti tempo pieno.

    RispondiElimina
  4. Non piangere non è segno di cattiveria o insensibilità...Nemmeno la mia amica ha pianto...e nemmeno la piccola...ma era abituata tra cugini e zii ad avere sempre gente nuon intorno.
    Magari passano un paio di settimane prima che non pianga definitivamente e poi vanno molto a periodi...magari smette e ricomincia dopo un mese di frequentazione...
    Per la retta io chiederei chiarimenti!

    RispondiElimina
  5. Ciao Anna! Nessuno dice che sei una mamma cattiva xè non hai pianto, anzi hai fatto benissime se il piccolo ti vedava piangere era peggio! Certo che devi chiedere spiegazioni per il pagamento....poi tu fai sempre e cmq quello che ti senti ma secondo me devi chiedere delle spiegazioni! Non preoccuparti se non sei passata le giornate sono sempre piene un pò per tutti! Un bacio e buon pomeriggio!

    RispondiElimina
  6. se è un asilo privato secondo me ti puoi accordare per il pagamento... però quello che ti consiglio è di dare al tuo Mattia un po' di continuità all'esperienza del nido.. due giorni sono pochi.. lui ha bisogno di costruire una relazione con le maestre per stare bene, se ci sta così a salti sarà più difficile per lui.. questo è ovviamente il mio punto di vista però! bacioni

    RispondiElimina
  7. Di solito la permanenza al nido aumenta in maniera progressiva compatibilmente con la capacità di tenuta del bimbo. Con questo intendo che magari il primo giorno sta da solo un quarto d'ora - si un quarto d'ora! - il secondo venti minuti e così via .... tenerlo due ore senza te dal secondo giorno a me sembra una barbarie!! Stai attenta: in tanti nidi privati lo fanno solo perché così il genitore paga di più! E' triste, ma vero.
    Se poi il bimbo non sopporta il nido, probabilmente non è pronto per fare quest'esperienza e, a mio parere, insistere lasciandolo piangere non servirà a fargli amare l'asilo ma a creargli una ferita che si porterà dietro.
    Con Binotto io ho operato un primo graduale distacco con una tata. Lui pian piano l'ha accettata e ora la ama così tanto che la cerca anche quando non c'è.
    Distaccarsi dalla mamma con la tata per un bambino è più facile: può stare a casa sua, nel suo ambiente, e ha una persona adulta di riferimento che si occupa di lui in maniera esclusiva. E pian piano impara che mamma si allontana ma torna sempre e lui è in mani sicure. E - fondamentale - non ha il problema di dividere lo spazio e i giochi con altri bambini.
    Tutto questo è frutto delle mie idee ed esperienze: fanne quello che vuoi.
    Un abbraccione!
    A presto!
    :-))

    RispondiElimina

attenzione : Ho tolto i captcha, fallo anche tu!!